Recensione “The Punisher: La Lunga e Fredda Notte” (di Garth Ennis)

Il violentissimo Barracuda è ancora vivo e ha un conto aperto con Frank Castle, meglio conosciuto come Il Punitore (The Punisher), il terrore di tutti i criminali. Ma qual è il modo migliore per vendicarsi di Frank Castle, un uomo che ha perso tutto? Toglierli qualcosa che il vigilante non sapeva nemmeno di avere!

The Punisher: La Lunga e Fredda Notte è un volume della serie Punisher Max, parte del ciclo sul Punitore scritto da Garth Ennis. Si pone in continuità con alcune storie precedenti – In principio, Mondo alla rovescia, Barracuda, L’uomo di pietra – ma è comprensibilissimo anche letto a se (ammesso che si conosca la storia del Punitore). Un volume a modo suo violentemente poetico. Una poesia della morte e della violenza, che estremizza il reale portandola al fantastico, ma comunque sporco di merda, sangue e fango.

Il Punitore di Ennis, soprattutto quello della collana Max, è una delle prove più alte del folle britannico, eccessivo come nella migliore tradizione dello scrittore ma senza le esagerazioni ironiche e weird dell’autore. Caratterizzato da disegni di livello altissimo e da una colorazione da sbavo ad opera della coppia Howard Chaykin e Goran Parlov.
I toni sono cupi, si respira un’aria malsana, si va al di là del fumetto supereroistico per dipingere un’epica urbana che prende a piene mani dalla tragedia shakespeariana (che si nutre di classicismi) ma si macchia di postmodernismo. Ma sempre in ambito supereroistico ci troviamo. Il Punitore resta un vigilante e la sua follia, benché spiegata, analizzata e interiorizzata dal personaggio stesso, resta quella di un personaggio dei fumetti. Stessa cosa si può dire del suo antagonista, Barracuda.

La Lunga e Fredda Notte ha l’aria di un classico, con la sua narrazione estremamente cinematografica ci racconta del viaggio e della lotta, quella di un uomo contro e nel mondo (quello del crimine, ma anche quello in cui vive in quanto essere umano), ma soprattutto contro e dentro se stesso. Una lotta e un viaggio che lo riaffermano come simbolo – tragico e anti etico – e come (anti) eroe.

The Punisher: La Lunga e Fredda Notte è un fumetto pubblicato da Panini.

Leave a Reply